20140703-094146-34906219.jpg
Dai diglielo!” dice la moglie sottovoce

Cosa? Quanti?” risponde il marito con la voce da suorina.
Manco avessero davanti un castigatore, il loro timore di rivolger parola a quella povera commessa che sta toccando la loro spesa li affligge. Sperano che la cassiera prenda iniziativa e gli getti una manciata di sacchetti sul fondo cassa. Ma Piera per oggi ha già preso la doverosa iniziativa di alzarsi dal letto, quindi…
La cassiera attende, poi dopo i 5 secondi standard di attesa massima inizia a battere il primo articolo, che la manina freme, poi se perde il ritmo vai a riprenderlo!

Biip Biip Biip

Ha già iniziato, dai diglielo tu?” dice il marito scaricando la palla alla moglie che con fare indispettito gli tira un’occhiata che sottintende che stasera gliela farà pagare.

Quanti facciamo?” continua la moglie, sempre sottovoce, sfidando il compagno che inizia a rompersi un po’ le pelotas.

Boh, qualcuno, fai tu” e il marito chiude il discorso agguantando il carrello e andandosi a piazzare nel fondo cassa dove gli articoli hanno creato una nuova catena montuosa.

Piera ormai ha da battere gli ultimi articoli e finalmente, capendo l’indecisione, chiede:

Sacchetti?

Si sta divertendo troppo, le sembra di guardare una puntata di Forum.

La moglie, come se fosse stata interpellata dalla maestra che gli chiede quanto fa 7X8 risponde:

Piera ha tante qualità ma le manca un piccolo particolare che la renderebbe la cassiera perfetta, non ha la capacità di leggere nel pensiero, perlomeno non è stata ancora abilitata al servizio quindi lecitamente chiede:

Quanti?

Al che i due, non avendo concordato precedentemente la quantità necessaria per insacchettare esordiscono dicendo:

Qualcuno

Adesso, ‘Qualcuno’ non rientra a far parte di un quantitativo specifico, se alla cassiera dici ‘Qualcuno’, quella poverina va in crisi. La cassiera è prestabilita, va in automatico.

Buongiorno/Buonasera

Tessera?

Sacchetti?

Quanti?

Arrivederci

Cioè, se tu cliente, gli dici ‘qualcuno’ i circuiti della cassiera vanno in tilt. Che poi ‘qualcuno’ può essere 100 per me e 2 per te. Se la cassiera te ne da troppi poi è perché vuole fregarti e vendertene di più, se te ne da pochi poi li scrocchi aggratis a conto chiuso. Dopo due clienti così la cassiera si prosciuga poverella.

Eh ma c’ha occhio lei
Veramente la Piera di occhi ne ha due e deve stare attenta a moltissime cose, figuriamoci se pensa ad averne uno per i sacchetti. Che poi ognuno ha un metodo di insacchettamento studiato e mirato per le proprie esigenze quindi che ne sa la Piera se sei uno di quelli che spatacchi 200 euro di spesa così a muzzus ? Per una cassiera il quesito diventa un mistero universale.

Qualcuno quanti?” risponde Piera la cassiera.

I due coniugi si guardano con sguardo complice. Chi avrà il coraggio di pronunciare un numero? L’attesa sembra quella di una sala bingo. Qualcuno aspetta il numeretto per finire la scheda.

Quanti facciamo? 6? 7? 8?” dice il marito.

‘o è 6, o 7 o 8’ pensa Piera.

La moglie poi esordisce dicendo:
Secondo lei 6…?
I puntini di sospensione lasciano intendere il desiderio che Piera annuisca in senso di approvazione ma l’unica cosa che pensa quest’ultima è ‘secondo me 6 scemo’.

La manina è ferma già da un minuto e si sta atrofizzando e la cassiera alla fine che deve fare? Prende l’iniziativa e lancia il numero.

BINGO!

Piera tra se è se pensa che certi clienti non si preparano proprio alle interrogazioni!

Due in sacchettologia. Rimandati a settembre.

Annunci