2015/02/img_6477-1.jpg

Essere anonimi è spesso un brutto affare, soprattutto se il proprio mestiere rientra a far parte di quegli impieghi anonimi per eccellenza: tipo la cassiera del supermercato. Il fatto è che ogni tanto l’anonimato sta stretto a chi ha in sé il coraggio di andare oltre, di creare o semplicemente di essere. Il bello del coraggio sapete qual’è? È che anche gli anonimi possono averlo e quando questi ultimi lo trovano dentro se stessi scoppia la rivoluzione correndo così il rischio di realizzare i propri sogni.

Vi riporto qui di seguito il link di un’articolo davvero interessate di Francesco Iacovone che parla di cassiere anonime come noi che hanno avuto il coraggio di credere nei loro sogni.
Dateci un’occhiata!

http://www.francescoiacovone.com/la-cassiera-dalle-tribolazioni-ai-sogni-realizzati/

Annunci