A lungo andare lavorare in un supermercato potrebbe sembrare la cosa più noiosa del mondo ed in realtà lo è. Tuttavia la fauna del supermarket è davvero numerosa e varia, si va dagli esemplari che possiamo definire normali a quelli stravaganti che, diciamola tutta, rendono la giornata di una cassiera tremendamente movimentata. Eccomi qui quindi a raccontarvi uno dei tanti eventi che si svolgono all’interno di un supermercato in quello che in realtà potrebbe essere il titolo di una rubrica, perché di esperienze raccapriccianti del terzo tipo ce ne sono parecchie!

È una giornata come tante al supermercato Qualunque. Mancano due giorni al tanto temuto sabato e quindi la situazione non è tra le peggiori. La poca clientela del genere faunistico “normale” cammina tra i corridoi con tranquillità e disinvoltura. Piera si gode appieno il momento. Purtroppo non accade spesso, ma quando capita è bene rendersene conto. Piera abbandona la cassa e come ordinato dal superiore va a rifornire il corridoio prima infanzia. È davvero una di quelle giornate dove fare il tuo lavoro sembra piacerti.

Una cliente percorre il corridoio con un grazioso passeggino fermandosi davanti l’esposizione delle salviette umidificate. Il bimbo al suo interno non emette un gemito. “Starà sicuramente dormendo di sasso” pensa Piera, fossero tutti così!

Dopo attimi di indecisione da parte della cliente Piera gentilmente interviene per aiutarla:

<<Signora posso darle una mano?>>

<<Sono indecisa su questi due tipi di salviette. Una è per le pelli arrossate e andrebbe anche bene però queste altre sono igienizzanti. Che dilemma!>>

<<Beh, le salviette le servono per il cambio pannolino del bimbo?>>

<<Quale bimbo?>>

Piera si abbassa per vedere quell’angioletto che dorme serafico ma non fa in tempo a dire: <<Il bimbo nel passeggino…>> che un demone peloso con denti aguzzi e occhi a palla sbuca fuori dal passeggino e inizia ad abbaiare a più non posso. Piera guizza via spaventata con il cuore che le batte a mille. Il cane continua ad abbaiarle senza sosta e incredula sussurra:

<<Ma è un cane? E il bambino?>>

La signora con nonchalance zittisce il piccoletto e come se fosse la cosa più normale del mondo andare in giro per il supermercato con un cane dentro un passeggino per di più nella corsia prima infanzia esclama:

<<No, no. Sono per lui. Comunque prendo queste qui igienizzanti>>

Piera segue con lo sguardo la cliente e il suo passeggino fino a quando non svoltano al corridoio successivo e nella profonda incredulità nella quale è piombata si chiede: “Ma avrà avuto pure il pannolino?”

Il supermercato è un mondo pieno di avventure dove spesso la realtà supera l’immaginazione.

cane

Voi che esperienza raccapricciante del terzo tipo avete avuto al supermercato? Raccontatelo!

Annunci